Il Territorio di Prata Sannita

/ Il Territorio di Prata Sannita

Il territorio di Prata è situato all’interno della Regione Campania, quasi all’estremo Nord, ai confini del Molise ed è compreso nell’antica regione asannitico-irpina alla quale, successivamente, si sovrappose la struttura della cosiddetta Longobardia minore suddivisa nei tre principati di Benevento, di Salerno e di Capua.

Prata Sannita è un paesino collinare sito a 333m s.l.m nella Media Valle del Volturno all’estremo limiti della Provincia di Caserta al confine con il Molise. E’ situato sul versante meridionale del Parco Regionale del Matese alle falde del Monte Favaracchi (m. 1219). Il comune presenta due nuclei abitativi di differente origine: Prata Inferiore , con il Borgo Medioevale fortificato e l’imponente Castello, e la più recente Prata superiore, costruita su un pianoro di posizione dominante rispetto alla pianura.

Il territorio è conosciuto e abitato dall’uomo fin dalla preistoria, un’approdondita ricerca sul territorio da parte dell’Associazione locale Gruppo Archeologico di Prata Sannita, ha consentito il riconoscimento e lo studio delle varie forme insediative che a partire da 70.000 orsono (Insediamento Pantani Fragneto) si sono succedute nel territorio ininterrottamente fino ai nostri giorni.

Il Castello di Prata Sannita

Il castello di Prata Sannita, storicamente conosciuto come Castello Pandone dal nome della famiglia che lo ha posseduto per due secoli (sec. XIV e sec. XV) insieme con altri castelli della vicina regione Molise, fu edificato in epoca longobarda come presidio militare.

Scopri di più

Sono presenti insediamenti del Paleolitico superiore del Neolitico e dell’Età dei metalli testimoniati da consistenti ritrovamenti archeologici.

In età pre-romana il territorio viene occupato dai Sanniti Pentri che hanno lasciato come evidente testimonianza il cosiddetto “Muro delle Fate” in località Cersa oprera megalitica attribuibile ad un edificio sacro o di difesa, vista la posizione dominane rispetto alla sottostante pianura.

Il Borgo medioevale dominato da un poderoso Castello, fu fortificato in epoca Normanna con una prima cinta muraria, ma raggiunse la massima estensione durante il XV sec. Quando la Baronia di Prata venne in possesso della famiglia Pandone che fece ristrutturare il castello secondo la moda “angioina” e costruire una seconda cinta muraria per l’accresciuto numero degli abitanti che all’epoca era di 1700 circa. Er l’attraversamento del fiume Lete appena fuori le mura del Borgovenne costruito un Ponte che probabilmente poggia su una struttura di epoca romana.

Nel coro del sec. XVI la popolazione incomincia a spostarsi ed a costruire un nuovo centro abitato detto anticamente “Pagliata” oggi Prata Superiore forse perché le prime costruzioni erano riferite a ripari agricoli in paglia. Le nuove esigenze della popolazione portano sempre più ad accrescere ed ampliare il nuovo centro abitativo che diventa poi quello più  importante.

I Musei

I tre Musei che trovano posto nel Castello di Prata Sannita sono frutto di lunghe ricerche e di studi che ne hanno consentito l’ordinamento secondo un metodo rigorosamente scientifico e sono stati ideati e sono gestiti dai proprietari del Castello.

Scopri di più

 

Le attività del Castello

L’Associazione Castello di Prata Sannita, ha come finalità la valorizzazione della cultura come mezzo di promozione del territorio.

Associazione

Visite guidate

Eventi e manifestazioni

 

Scopri di più
Eventi e Media dal Castello
L❤️VE MATESE SCUOLA ALL’APERTO
GIORNATA NAZIONALE A.D.S.I. – DOMENICA 22 MAGGIO 2022 – SCOPRI E PRENOTA – CAMPANIA
L’IGUANA 2022: Omaggio alla scrittrice Anna Maria Ortese

La Gallery del Borgo